il nostro staff

il nostro staff

mercoledì 14 giugno 2017

QUANDO FA CALDO BISOGNA BERE


NIENTE ZUCCHERI

L'immagine fa sorridere, ma è necessario tenere presente che gli zuccheri, e quindi i dolci, non fanno bene ai cani. Certamente gli si può concedere un dolcetto ogni tanto, ma senza esagerare.


giovedì 25 maggio 2017

PERCHÈ?


CERCASI DONATORI DI SANGUE


Talvolta i nostri amici a quattro zampe necessitano di trasfusioni di sangue per avere salva la vita. Dato che, a differenza degli esseri umani, non è facile trovare banche del sangue a cui approvvigionarsi, contiamo sull’aiuto di qualche nostro generoso paziente (e del suo padrone ovviamente). La donazione è praticamente indolore per il cane, non comporta necessità di periodo di riposo o altro. 

Per ricompensare il generoso donatore, gli verrà offerto annualmente e gratuitamente il seguente pacchetto esami:
Esami del sangue
Esame urine
Esame feci
Tempi coagulazione
Test filaria
Profilo emoparassitario
Visita cardiologica con cardiogramma

Quali requisiti deve avere il cane per entrare nel programma? Ovviamente la disponibilità a presentarsi in clinica con una certa urgenza quando necessario. Infatti, per interventi programmati anche la donazione può essere programmata, ma in casi di emergenza (animali incidentati, ecc.) la chiamata può anche arrivare all’improvviso.
Altri requisiti:
oltre 20 chilogrammi di peso
età compresa tra 1 e 8 anni
indole tranquilla
profilassi vaccinale regolare
profilassi filaria ed ectoparassiticida regolare
disponibilità a effettuare una donazione ogni 3 mesi (se necessario)
gruppo sanguigno DEA 1.1 negativo (gruppo universale)

Per iscriversi, o per richiedere qualsiasi altra informazione in merito, potete telefonare in clinica: 0331556605

Ricordate, con la donazione potete salvare la vita di un cane in pericolo.

mercoledì 17 maggio 2017

ATTENZIONE ALLA PROCESSIONARIA



Il caldo è finalmente arrivato e molti di voi porteranno i cani a fare lunghe passeggiate in campagna, fate quindi attenzione alla processionaria.
La processionaria, il cui nome deriva dalla sua tendenza a muoversi in fila indiana, è un piccolo bruco apparentemente innocuo. In realtà, oltre a desfogliare intere piante, può costituire un pericolo per l’uomo e gli animali.
I peli urticanti di questo insetto allo stato larvale sono velenosi, e possono provocare una grave reazione allergica.
Sono cavalli e cani a rischiare di più, poiché brucando l’erba o annusando il terreno possono inavvertitamente ingerire i peli urticanti che ricoprono il corpo dell’insetto. 
Nel caso questo succedesse, il cane avrebbe un improvviso aumento della salivazione, spesso seguito da vomito, ingrossamento della lingua e inizio di necrosi di quest’ultima. Inoltre, l’animale diventerebbe inappetente, debole e con febbre.
Cosa fare? Innazitutto lavare la lingua del cane con acqua e bicarbonato, per togliere i peli residui, poi portarlo subito dal veterinario.
Ovviamente è necessario fare attenzione, e non toccare i peli a propria volta (quindi meglio usare guanti in lattice), altrimenti si rischia di rimanere urticati a propria volta.

martedì 16 maggio 2017

NIENTE INTERVENTI INUTILI

Ricordiamo che la legge vieta gli interventi chirurgici che hanno quali uniche motivazioni quelle estetiche. Lasciate ai vostri cani le loro splendide orecchie e code.



giovedì 11 maggio 2017

giovedì 4 maggio 2017

MICROCHIP

Lo dice anche la Polizia Municipale: "il tuo amico a 4 zampe ha il microchip? Ricorda che oltre a essere obbligatorio, in caso di smarrimento renderà più facile ritrovarlo."


mercoledì 26 aprile 2017

L'IMPORTANZA DELL'APPUNTAMENTO

In clinica insistiamo molto sull’importanza di prendere sempre un appuntamento invece che presentarsi a sorpresa (escludendo ovviamente le emergenze, che capitano quando capitano). Non si tratta di una comodità per i veterinari (che comunque traggono giovamento da un lavoro ben programmato) ma per gli animali. Cani e gatti, specie questi ultimi, il più delle volte non amano andare dal veterinario, possono essere spaventati, o doloranti, o comunque confusi dal fatto di trovarsi in un posto che non è la loro casa, pieno di individui e di odori che non conoscono. Se non hanno un appuntamento rischiano di dover aspettare molto tempo in sala d’attesa, allungando il loro periodo di fastidio (per certi animai addirittura di angoscia). Inoltre, potrebbero incrociare altri animali e, non conoscendoli, spaventarsi ulteriormente, diventando nervosi o aggressivi per autodifesa. Con un appuntamento evitano tutto questo stress. Quindi ricordatevi di fissarlo prima di venire e, magari, conclusa la visita fissate già l’appuntamento successivo, rendendo più organizzata e serena la loro vita come la vostra.


FACEBOOK & TWITTER

Ci trovate anche su Facebook e su Twitter. Venite a trovarci…