il nostro staff

il nostro staff

venerdì 19 gennaio 2018

BENVENUTO, TIGRO!


Vi starete chiedendo perché la Dott.ssa Stefania Canobbio stia visitando una tigre, di peluche per giunta… Ricordate che qualche tempo fa abbiamo partecipato a un intervento chirurgico proprio su una tigre? Ne parliamo qui: "Operiamo anche tigri!". Beh, ci siamo un po’ affezionati a questo animale e abbiamo deciso di partecipare a una campagna del WWF per adottarne una vera, dando così un piccolo contributo al salvataggio di questa specie in via di estinzione. Il peluche è stato battezzato Tigro e ora “circola” liberamente nei locali della Clinica. Se volete, potete aiutare anche voi le tigri con poche decine di euro (basta andare sul sito del WWF). Nel frattempo, noi andiamo a coccolare Tigro…




giovedì 18 gennaio 2018

FELICITÀ TRA LA NEVE

Ricordate la storia di Lulli, la cagnolona che abbiamo operato quasi due anni fa? Potete rinfrescarvi la memoria qui: Lulli, il Natale e il Grinch. Ora vogliamo mostrarvela in piena salute, mentre corre tra la neve. A un cane basta poco per essere felice, e a noi basta guardarla per beneficiare di un po' di quella felicità.

mercoledì 17 gennaio 2018

LAVATEVI LE MANI!

Il cartello che vedete si trova all'ingresso degli studi della Clinica Veterinaria Parabiago. Un consiglio utile dato in modo divertente, diretto agli operatori della Clinica ma valido un po' per tutti.

sabato 6 gennaio 2018

VISITA GRATUITA FUNZIONALITÀ RENALE


La Clinica Veterinaria Parabiago offre ai cani e gatti oltre i 7 anni di età una VISITA GRATUITA allo scopo di creare un piano di prevenzione contro l’insufficienza renale. 
L’insufficienza renale cronica è una delle patologie più diffuse nel cane e nel gatto anziani, ed è importante cercare di prevenirla. 
Fissando un appuntamento in clinica, e conservando un campione di urine in apposito contenitore, assicurerete al vostro animale una visita mirata e un esame dei parametri della sua funzionalità renale. In caso di animale collaborativo verrà effettuata anche una misurazione della pressione arteriosa. Gli esiti aiuteranno a determinare le cure più efficaci e una dieta appropriata. 
Ricordiamo che visita, esame delle urine e piano prevenzione sono del tutto gratuiti.
Le visite si terranno nei giovedì di gennaio e febbraio. Per fissare l’appuntamento è necessario telefonare al numero 0331556605. È consigliabile portare in clinica l’animale a digiuno.

giovedì 4 gennaio 2018

SPECIALIZZATO IN ONCOLOGIA


Il Dott. Carlo Morlacchi è uno dei nostri veterinari, tra le sue specializzazioni vi è oncologia e il suo curriculum vanta un prestigioso certificato. Si tratta del GPCert in oncologia. Il GPCert viene rilasciato dalla ESVPS (European School of Veterinary Postgraduate Studies) dopo aver seguito un percorso organizzato dalla SCIVAC (Società Culturale Italiana Veterinari per Animali da Compagnia), la più grande Società Scientifica Veterinaria d’Italia, finalizzata all’educazione scientifico-professionale dei propri iscritti. Per ottenerlo è necessario seguire il suddetto percorso formativo e sostenere una prova esame in italiano composto da 50 domande a risposta multipla, accompagnato da uno studio clinico che documenti un’esperienza pratica vissuta sul campo. Il superamento di tale esame permette al Dott. Morlacchi di essere ancora più utile ai propri pazienti a quattro zampe. Grazie, Carlo!

martedì 19 dicembre 2017

OPERIAMO ANCHE TIGRI!


Senza dubbio, una tigre è un felino, proprio come il vostro gattino di casa, ma altrettanto senza dubbio va trattata con maggiore cautela rispetto a comune micio. Una cautela che ha dovuto usare anche un nostro veterinario, il Dott. Luca Redaelli, quando ha partecipato a un intervento su uno di questi splendidi animali. Vi abbiamo incuriositi? Ecco allora come si sono svolti i fatti. 
Nel settembre di quest’anno dal Circo di Mosca, in tour nella vicina Svizzera, è arrivata una richiesta d’aiuto. Una delle loro tigri necessitava di assistenza per una frattura della tibia posteriore sinistra, procuratasi giocando.
La Tigre Rosa (così definita a causa del particolare colore) in questione era una tigre Tabi di nome Shiba, una femmina del peso di circa 140 chilogrammi e il suo intervento si è svolto nella clinica veterinaria Legnone di Nuova Olonio a Dubino, in provincia di Sondrio, che si è preoccupata di adeguare spazi e attrezzature per ospitare l’animale. Si è poi proceduto con l'aiuto di uno zoologista e di due veterinari esperti di animali esotici. Obiettivo: sistemare la frattura inserendo una placca metallica tibiale generalmente utilizzata per uso umano. L’apporto del Dott. Redaelli è consistito nell’applicazione di un ilizarov, tecnica di cui è particolarmente esperto. L’ilizarov consiste in una serie di anelli metallici esterni, collegati tra loro da barre allungabili che permettono al medico di aumentarne la distanza reciproca, muovendo piccoli dadi. Lo strumento serve per correggere la posizione dell’osso, specie quando fratturato, per riportarlo a una condizione di normalità. Nel caso in questione, è stato collocato prima dell’applicazione della placca tibiale e rimosso subito dopo.
L’operazione, abbastanza complessa, è durata quasi cinque ore e i veterinari hanno lavorato in equipe. Alla fine la tigre si è risvegliata un po’ confusa (come capita dopo un'anestesia generale) ma in salute. Appena vista la propria padrona l'ha riconosciuta e ha cominciato a fare le fusa, riuscendo a far commuovere anche qualche veterinario. Bentornata tra noi, Shiba.



sabato 16 dicembre 2017

BUON NATALE

Quest'anno, in clinica, un albero minimalista ma molto carino. Buon Natale ai nostri piccoli pazienti e ai loro amici umani.

martedì 5 dicembre 2017

CVP AIUTA I LEVRIERI


Tutti i cani vanno aiutati. Un’affermazione ovvia, ma ci sono alcuni che vanno aiutati più di altri, perché la vita, o meglio gli uomini, hanno deciso per loro un destino crudele. Tra questi cani sfortunati ci sono i levrieri da corsa e da caccia (greyhound, lucher, galgo), costretti a una vita brevissima fatta di sfruttamento e prematuramente condannati a morte. Sono cani “frutto” di un’industria malata che vuole questi animali per le corse e per la caccia e se ne sbarazza non appena non risultano più utili a tali scopi. Questi cani non sono randagi o il risultato di gravidanze non desiderate, al contrario le cucciolate vengono programmate ma la metà dei cuccioli viene “eliminata” (ovvero uccisa) da subito. Crescendo, un altro quarto degli esemplari subisce la stessa sorte poiché ritenuto inadeguato alla scopo per cui è stato fatto nascere.
L’obiettivo, infatti, è produrre (perché di produzione si tratta) campioni nella caccia alla lepre e nella corsa in cinodromi, insomma “strumenti” per il divertimento di Paesi anglosassoni e Spagna. Ma quando i sopravvissuti raggiungono 2-3 anni di vita, e non sono più competitivi, vengono a loro volta eliminati nei modi più svariati: eutanasia, vendita/donazione a centri di ricerca, abbandono, impiccagione, colpi di arma da fuoco, vendita per le corse nel Terzo Mondo, fame, folgorazione, randellate. Fini orribili. Secondo le stime dell’Associazione Greyhounds Rescue of Ireland, ogni anno sono 10.000 (stima per difetto) i greyhounds di cui non si sa più nulla. In Spagna, invece, si valutano attorno sai 70.000 i levrieri uccisi annualmente alla fine della stagione venatoria.
A questa barbarie si oppone SOS Levrieri, una Onlus che si dedica a salvare e a far adottare i levrieri da corsa e da caccia. SOS Levrieri collabora con tutte le Associazioni e gli Enti che, a livello nazionale e internazionale, perseguono questi stessi obiettivi, promuovendo l’adozione in Italia.
Anche la Clinica Veterinaria Parabiago ha deciso di aiutare SOS Levrieri, visitando gratuitamente i cani che arrivano in Italia e aiutandoli in questo modo a sfuggire a un destino ingiusto per trovare un’adozione in Italia. Se anche voi volete fornire un contributo all’associazione potete contattarla tramite internet all’indirizzo www.soslevrieri.eu.

domenica 19 novembre 2017

PER I COLLEGHI VETERINARI

Da qualche anno la Clinica Veterinaria Parabiago ha ampliato i servizi di diagnostica di secondo livello dotandosi di una Tomografia Computerizzata ad alta definizione, la cosiddetta TAC. Per questo motivo invitiamo tutti i colleghi veterinari Giovedì 30 novembre 2017 presso UNA HOTEL di Legnano (uscita LEGNANO della Autostrada A8), verso le ore 20.00, a un incontro dal titolo QUANDO L'USO DELLA TC PUÒ RISULTARE UTILE NELL'INDAGINE CLINICA tenuto dalla Dott.ssa Barbara Secchiero. La serata sarà preceduta da un aperitivo. Gli interessati a partecipare all’incontro (totalmente gratuito, ovviamente) possono confermare la loro presenza all'indirizzo info@clinicaveterinariaparabiago.it per motivi organizzativi.

martedì 31 ottobre 2017

SEMPRE PRESENTI

Ricordiamo che la Clinica Veterinaria Parabiago non solo è aperta 7 giorni su 7 (consultate la nostra tabella degli orari), ma che un veterinario è sempre reperibile anche negli orari di chiusura. In altre parole, siamo in grado di rispondere a chiamate di emergenza 24 ore su 24, ogni giorno dell’anno. Inoltre, proprio per potere intervenire tempestivamente in caso di incidenti, è sempre raggiungibile anche un chirurgo che può attivarsi per operare d’urgenza un cane o un gatto. Si tratta, ovviamente, di un servizio che mira a una efficace azione d’intervento in casi eccezionali, nei quali la vita di un animale si trova inaspettatamente in pericolo. Tuttavia, dato che la struttura è sempre attiva, può essere sfruttato in modo più elastico in caso di bisogno. Per esempio, in famiglie i cui componenti sono tutti lavoratori può risultare difficile durante la settimana trovare gli orari giusti per far visitare il proprio animale o sottoporlo a esami. Per questo si possono fissare appuntamenti di sabato o domenica. In casi eccezionali e parlandone con i veterinari responsabili si possono fissare appuntamenti ad hoc anche in orari inusuali, prima o dopo le abituali fasce lavorative. Insomma, se incontrate delle difficoltà nel portarci il vostro animale, fatecelo sapere, cercheremo di venirvi incontro il più possibile.

giovedì 26 ottobre 2017

MA QUANTO MI COSTI?


Talvolta, di fronte alla fattura presentata del veterinario i clienti rimangono perplessi a causa di importi che trovano elevati. In questa sede non si vuole fare una difesa d’ufficio dell’operato del veterinario e dei suoi compensi, poiché si creerebbe il paradosso dell’oste chiamato a giudicare la qualità del proprio vino, ma riteniamo importante sottolineare una questione che spesso viene dimenticata. Generalmente le spese principali sono relative a esami clinici e interventi chirurgici, spese che in ambito umano, a parità di prestazioni, appaiono molto più contenute. Le Cliniche veterinarie, quindi, sarebbero più care delle cliniche per umani? Per nulla. Semplicemente, molte volte non rammentiamo che gli esami a cui tutti noi ci sottoponiamo vengono coperte, in grande maggioranza se non del tutto, dal sistema sanitario nazionale, che al paziente umano chiede di pagare solamente un ticket di poche decine di euro per esami che magari costano centinaia di euro (un esempio su tutti: la Tac). Non a caso il già citato sistema sanitario vanta, in questo momento, un passivo di circa 23 miliardi con i propri fornitori. Una situazione che non può crearsi in ambito veterinario, dove i costi sono tutti a carico dei clienti. Dobbiamo quindi rassegnarci a spendere molto per i nostri cani e gatti? Non necessariamente. Innanzitutto, è importante parlare col veterinario di fiducia, se necessario anche affrontando anche la questione economica, e trovando assieme delle soluzioni fattibili (ricordiamo che presso la nostra Clinica è possibile anche accedere a finanziamenti a tasso zero). Inoltre, si può fare della prevenzione per evitare che piccoli problemi si trasformino in grandi problemi. Infine, si possono sfruttare le visite gratuite (come quella del cavo orale, o quella per una corretta alimentazione) che mirano a evitare l’insorgenza di patologie destinate a diventare onerose.